SWAP PARTY, IL BARATTO DIVENTA CHIC

Back to Articoli

SWAP PARTY, IL BARATTO DIVENTA CHIC

Chissà quante di noi al momento del cambio di stagione si sono ritrovate sommerse da chili di abiti o accessori inutilizzabili, per così dire. Ci sono le fortunate che hanno perso peso, quelle che, ahimè, lo hanno preso e poi colori e tagli inattuali e, soprattutto, l’abitudine che ci fa apparire tutto vecchio e superato. Come fare, allora, per evitare che la sete di novità prosciughi il conto in banca?

Ecco la nuova moda per quello che non sembra più di moda: lo Swap Party, una festa dove si scambiano capi d’abbigliamento, oggetti, accessori e anche complementi d’arredo, ovviamente, in buone condizioni. Il termine deriva dall’inglese “swap” che indica l’usanza, antica e mai desueta, del baratto.

clothing-swap-1

 

Lo swap party nasce a Manhattan e approda in Europa rappresentando oggi il nuovo momento glamour per fashion victim di ogni parte del mondo. La qualità è una condizione imprescindibile per lo scambio, si swappano solo vestiti di ottima fattura, non danneggiati né fuori moda. Lo logica dello scambio non vuole e non deve essere la rottamazione di capi vecchi e consunti, ma piuttosto il recupero e il ri-uso intelligente di tutti quegli indumenti semi-nuovi che giacciono dimenticati nei nostri guardaroba.

La moda non è sinonimo di superficialità e le nuove tendenze del lifestyle lo dimostrano, etica e glamour si incontrano agli Swap Party per dare vita a nuove e divertenti forme di consumo responsabile.

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Articoli