IL SENSO DELL’ITALIA PER IL FUTURO

Back to Articoli

IL SENSO DELL’ITALIA PER IL FUTURO

IL SENSO DELL’ITALIA PER IL FUTURO

Efesti ha avuto il piacere di partecipare il 7 e l’8 Luglio al Teatro Comunale di Treia(Mc), al XV Seminario Estivo organizzato dalla fondazione Symbola insieme a Unioncamere, Camera di commercio di Macerata, Regione Marche e Città di Treia e con il patrocinio dei ministeri della Cultura, dell’Ambiente, dell’Agricoltura e Affari Esteri. Il tema affrontato è stato“ il senso dell’Italia per il futuro”, grande importanza si è data anche alle geografie del nuovo Made in Italy.

Per vedere l’apertura del Seminario tenuta da Fabio Renzi, clicca qui. 

symbola-3

Obiettivi e finalità

L’obiettivo vuole essere quello di dare un senso positivo al futuro, per influenzarlo verso un nuovo corso volto a combattere efficacemente il cambiamento climatico, ridurre le diseguaglianze economiche e sociali rendendo più coese ed inclusive le nostre società e portare sviluppo e pace nei luoghi d’origine dei flussi migratori. Tutto ciò può essere possibile grazie ad una nuova economia a misura d’uomo, più circolare, green e più accorta nei confronti della responsibilità sociale delle imprese. 

Ci sono molte realtà italiane che già abbracciano quest’economia, che unisce saperi antichi , innovazione, conoscenza e bellezza. Questo seminario nasce dalla volontà di raccontare questa parte d’Italia, appassionata e apprezzata in tutto il mondo, che crede nella qualità e la produce, valorizzando l’economia del nostro Paese. Un’Italia che non ha paura di investire e che punta al rinnovamento e allo sviluppo sostenibile. La competitività risiede anche nella sinergia tra valore economico e valore sociale, nelle dinamiche partecipative e nella cultura della cittadinanza, nel numero sempre maggiore di imprese sociali a cui si aggiungono nuovi soggetti, come le benefit corporation e le startup a vocazione sociale.

symbola-2

Partendo da sinistra Valeria Fedeli, Ministra dell’istruzione, dell’università e della ricerca; Ermete Realacci Presidente Commissione Ambiente e Territorio della Camera – Presidente onorario di Legambiente e Presidente di Symbola; Fabio Renzi Segretario Generale di Symbola; Giuseppe Tripoli Segretario Generale di Unioncamere

Rapporto I.T.A.L.I.A.

Secondo il rapporto I.T.A.L.I.A (acronimo di Industria, Turismo, Agroalimentare, Localismo, Innovazione, Arte e cultura) stilato da Symbola, Unioncamere e Fondazione Edison, nel triennio 2014-2016, le nostre esportazioni sono cresciute di 26,7 miliardi di euro. Il surplus commerciale manifatturiero rappresenta un altro importante traguardo,con 90,5 miliardi di euro al 2016, guadagnandosi così il quinto posto al mondo. L’analisi evidenzia come a livello globale, il nostro Paese sia uno dei più apprezzati al mondo, capace di infondere un senso di appartenenza collettivo che avvicina le persone. L’Italia è poi la culla della cultura. Nel 2016 il Sistema Produttivo Culturale e Creativo ha prodotto un valore aggiunto pari a quasi 90 miliardi di euro (circa 1,6 miliardi di euro in più rispetto all’anno precedente), corrispondenti al 6% della ricchezza complessivamente prodotta dal Paese.

Si è parlato inoltre di digitalizzazione, di come essa costituisca l’elemento che da impulso all’upgrading competitivo delle imprese e di come la formazione delle aziende in questa direzione rappresenti il futuro per il rilancio dello sviluppo produttivo.

La ricerca I.T.A.L.I.A, vuole essere un contributo verso una sensibilizzazione sociale con l’obiettivo di fare emergere i lati positivi del nostro Paese, evocando un’idea di futuro con solide radici nel presente, raccontandone i risultati e gli aspetti che rendono unico e speciale il MADE IN ITALY, nostro grande punto di forza.

Per vedere le riflessioni conclusive di Ermete Realacci, clicca qui.

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Articoli