Salone del Mobile Milano 2016: il resoconto di Efesti

Back to Articoli

Salone del Mobile Milano 2016: il resoconto di Efesti

copertina efesti no logo

Si è da poco concluso l’evento must nel mondo dell’arredo e del design, il Salone del Mobile Milano 2016 ed Efesti vuole raccontarvi la sua esperienza e farvi scoprire le nuove tendenze. Creatività, innovazione, tecnologia e altissima qualità sono le note che meglio hanno contraddistinto questo evento. Designers ed architetti da tutto il mondo si sono dati appuntamento per mostrare la loro creatività, ricercatezza e innovazione attraverso i loro prodotti e le loro soluzioni di arredo. Grande successo ha avuto il legno, rivisitato in modo originale sia nelle forme sia nelle colorazioni. È stato il trionfo di materiali vintage e senza tempo come il marmo, il velluto e l’ottone. L’unione di tradizione e innovazione ha dato origine a prodotti unici. In occasione della Wunderkammer Visionnaire, la trasformazione delle opere di Alessandro Brighetti ha dato forma ad un connubio tra arte, natura e tecnologia in chiave di autosufficienza energetica. Paolo Castelli è un altro nome che emerge tra i designer più accreditati e con le sue idee originali, la ricercatezza delle forme e dei materiali è riuscito a impreziosire e rendere unici una vasta gamma di ambienti.

dsc00542

Per questo evento Giorgetti ha scelto di collaborare con Efesti, riconoscendo nei suoi prodotti raffinatezza, eleganza ed una comune ricerca della perfezione. Da questa sinergia è nato un ambiente living in cui il visitatore si è potuto immergere totalmente nel made in Italy e captare come la passione per la raffinatezza e l’esplorazione possa dar vita a soluzioni esclusive che rifuggono ogni banalità. Una tra tutte è la poltrona a dondolo realizzata da Giorgetti, curata nei minimi dettagli come se fossa una vera e propria scultura: linee morbide, giochi di luce ed ombra e ricercatezza nella qualità dei materiali sono le caratteristiche che la rendono unica nel suo genere.

sedia giorgietti

Durante le giornate dedicate al Salone, molte sono state le occasioni di incontro con veri talenti dell’artigianato italiano, tra questi i designer di Brianza design. Si tratta di un’icona di straordinaria sapienza nell’arte della lavorazione del legno e capace di sintetizzare funzionalità ed estetica.  È proprio per questa loro peculiarità che Efesti ha scelto alcune delle loro progettazioni da esporre nel suo showroom di prossima apertura.

Il Salone è stata anche un’opportunità di incontro con giovani talenti: idee nuove, prodotti estremamente ricercati e di alta qualità potrebbero quindi entrare a far parte del mondo Efesti.

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Articoli